Passa ai contenuti principali

Alicia Giménez Bartlett - DOVE NESSUNO TI TROVERÀ

Questa è la seconda recensione del blog di un libro in lingua.
Ma come?! Vi chiederete. Il titolo del post è in italiano!
Ho scelto di mettere il titolo della versione italiana, perché credo che in questo modo possa raggiungere più persone, e convincere più lettori a prendere in mano questo libro



Dove nessuno ti troverà 
Donde nadie te encuentre
- Alicia Giménez Bartlett - 

versione italiana: clicca qui - 16,00€
versione originale: clicca qui - 20,00€


Anni Cinquanta del secolo scorso. Lucien Nourissier, psichiatra di Parigi studioso di menti criminali, prende contatto con un giornalista spiantato di Barcellona, Carlos Infante, autore di un servizio sulla Pastora. Donna e uomo, partigiana e bandito, datasi alla macchia per connaturata estraneità ai legami umani, accusata di ogni genere di delitto, per anni braccata invano dalla ferocia della Guardia Civil del generale Franco, fu realmente protagonista di imprese ardite e divenne un personaggio della leggenda popolare.
Il medico parigino e il giornalista barcellonese sono due opposti temperamenti, idealista il primo, cinico e venale l'altro, raffinato borghese il francese, grossolano e abituato ad arrangiarsi lo spagnolo. Ma Nourissier riesce a convincere Infante, in cambio di danaro, a buttarsi sulle tracce della Pastora, per squarciare la cortina del suo enigma, svelarne finalmente la natura, le motivazioni, il destino.
La ricerca segue i sentieri selvaggi già percorsi dalla bandita; entra nelle cittadine e nei villaggi di pietra antica dove aveva trovato odio ma anche complicità; fruga nei segreti di comunità ermetiche e diffidenti. Il rischio per i due è mortale: finire nelle mani della Guardia Civil, che occoulta perfino il nome della ribelle, oppure restare in un fosso con un coltello al petto, per una parola in più, per uno sgarbo non calcolato.



Una lettura strana, ma interessante.
L'alternanza dei capitoli in cui la Pastora racconta la sua storia e Nourissier e Infante continuano le loro ricerche ha dato un effetto di suspense che colpisce più che mai.

Non avevo mai sentito parlare di questa storia, e nemmeno che ci fosse stato un caso di identità incerta nella Spagna degli anni '50. Questo ha dato, però, un tocco di intrigo e di modernità al romanzo che non mi sarei mai aspettata. La Pastora, infatti, sin da piccola, era stata definita di sesso femminile, ma varie caratteristiche fisiche, tra cui la forza, dimostravano che, forse, poi tanto donna non era. Ma il dubbio sulla sua identità, come spesso accade anche oggi, non ha sconvolto tanto la Pastora in sé, quanto le persone che la circondavano, o che la vedevano alle varie sagre a cui andava una volta al mese.
La Bartlett è conosciuta come scrittrice di gialli, e questo romanzo mi ha stupito per come riesce ad amalgamare giallo e storico lasciandoti il dubbio su come definirlo.

Nonostante il lavoro sia stato accurato, ho percepito una certa trascuratezza nei confronti di Nourissier e Infante, che sembrano essere quasi finti, inseriti nel libro perché c'era il bisogno di far andare avanti la storia in qualche modo. L'unica spiegazione che riesco a farmi venire in mente è che, confrontando tutti i dati che vengono forniti sulla Pastora, poi, alla fine, si finisce col percepire irreale qualsiasi altro personaggio le si affianchi.

Per quanto riguarda la psicologia dei protagonisti e di tutte le altre persone che loro incontrano nel corso della storia, si nota il duro lavoro e tutto il tempo che è stato speso per far in modo che risalti questo aspetto che, per la narrazione, è di importanza fondamentale.

Come ultima cosa, volevo farvi notare la differenza tra la copertina spagnola e quella italiana.
Sono la sola a pensare che la Sellerio avrebbe potuto mettere una foto o un disegno meno triste e più adatto?

Post popolari in questo blog

E Hemingway - Le Nostre Parole

LE NOSTRE PAROLE è il nome che abbiamo dato al nostro blog.
Non è stata una scelta banale, e neanche una decisione spinta dalla disperazione.
L'abbiamo scelto perché con le nostre parole volevamo riempire questo spazio virtuale e scambiare opinioni con le vostre parole.
In realtà, però, non abbiamo mai espresso completamente la nostra opinione di ciò che leggiamo, un po' perché gli argomenti sono vasti e i libri lunghi, e un po' perché non ci abbiamo mai pensato davvero.
Vogliamo cominciare, quindi, con questa rubrica a cadenza indeterminata, in cui commentiamo poesie o citazioni che ci hanno colpito e fatto riflettere.


Un paio di ore fa stavo scuriosando su internet, e, immagino come molti di voi, sono capitata su quest'immagine (la condivido qui sotto). Oltre al fatto che conoscevo questo disegno di Paula Bonet, artista che stimo moltissimo, mi sono soffermata un paio di secondi per la frase.


Sono subito andata a cercare su internet di cosa si trattasse, dal momento …

FOLLI FOLLIE #2

Alla fine, il post della settimana scorsa è diventata una rubrica :)
Oggi, per festeggiare un po' il compleanno della nostra Rossella, siamo state in città: lei ha ricevuto 3 libri in regalo, e ne abbiamo comprati altri... Ma non mancano neanche una valanga di ebooks che ci hanno inviato delle case editrici...
Libri cartacei

Il 12 giugno l'autrice, Sara Rattaro, sarà alla Feltrinelli di Verona, per cui ho subito cercato di prenderlo, così potrò avere l'autografo, e magari anche una foto! :)
Di Matteo Meffucci, cantante degli Zero Assoluto è usciro da pochi mesi il suo nuovo libro "La traiettroia casuale dell'amore" e da inguaribile romantica, non h potuto non pendermi già dal titolo e dalla copertina e così...era già tra le mie braccia pronto per andare alla cassa XD 
Uno dei primi libri di Conano Doyle nel nuovissimo formato tascabile Newton.La cosa impressionante di questo libro è...che costa solo 0.99 euro! un affare! per chi vuole conoscere Conan Doyle d…

Rosamunde Pilcher - SOLSTIZIO D'INVERNO

AUTORE: Rosamunde Pilcher TITOLO: Solstizio d'inverno EDITORE: Mondadori PAGINE: 538 nuova edizione 10,50€ VOTO: 7/10 Rosamunde Pilcher nata Scott (Cornovaglia, 1924), ha lavorato al Foreign Office e, durante la guerra, si è arruolata come ausiliaria della Marina Militare, prestando servizio a Ceylon. Tornata in patria, si è trasferita in Scozia, dove tuttora vive. Nel 1946 ha sposato Graham Hope Pilcher, assumendo il nome con cui è conosciuta in tutto il mondo come una delle più amate autrici di storie romantiche. Ha iniziato a scrivere giovanissima, pubblicando nel 1949 i primi racconti, Half-way to the Moon, con lo pseudonimo Jane Fraser e nel 1955 A Secret to Tell, il primo romanzo pubblicato con il suo nome. Del 1987 è il grande successo di I cercatori di conchiglie. Grandi bestseller sono stati anche Settembre (1990), Ritorno a casa (1995) e Solstizio d'inverno (2000), con il quale ha detto addio all'attività letteraria. Dalle sue opere sono stati tratti circa ottanta film…