Passa ai contenuti principali

Lois Lowry - THE GIVER

Lo scorso weekend siamo andate a LibrarVerona, io e Rossella ne abbiamo approfittato per unire idee e pensieri, e molto presto vedrete cose bellissime (speriamo!) in questo blog!

Nel frattempo, e aspettando il post con tutte le foto che non riusciamo mai a caricare, vi lasciamo con la recensione di The Giver. 


The giver
- Lois Lowry - 
Giunti editore
pagine 176 - € 12,00

"Jonas è un adolescente che vive in un mondo perfetto. Nella sua Comunità non ci sono più guerre, differenze sociali o sofferenze. Tutto ciò che può causare dolore o disturbo è stato abolito, compresi gli impulsi sessuali, le stagioni e i colori. Le regole da rispettare sono ferree, ma tutti i membri della Comunità si adeguano al modello di controllo governativo che non lascia spazio a scelte individuali.
Ogni unità famigliare è formata da un uomo e una donna a cui vengono assegnati un figlio maschio e una femmina. Ogni membro della Comunità svolge la professione che gli viene affidata dal Comitato degli Anziani nella cerimonia annuale di dicembre. E per Jonas quel momento cruciale sta arrivando..."


1993. Ventidue anni fa Lowry aveva già scritto un romanzo così moderno e così attuale che anche oggi, nel 2015, non smette di colpire le anime e le coscienze dei lettori.
Una trama provocatoria, dai termini di "f**k the system". Incoraggia la libertà, quella di scelta soprattutto, e il desiderio di emancipazione.
Fa comprendere quanto ogni piccolo dettaglio della nostra vita sia degno di ammirazione e di apprezzamento. E anche il dolore, che Jonas dovrà provare tramite i ricordi, è ciò che porta alla saggezza. In effetti, quante volte abbiamo "imparato la lezione"? E quante, dopo vari anni e dopo tante cicatrici, ci siamo detti: "Nonostante tutto ne è valsa la pena. Sono quel che sono grazie a quello"?


Ormai una settimana fa, ho letto il post di Juliette - Sweety Readers, e, dato che questo libro l'ho letto in lingua originale (inglese), ho pensato di consigliarlo a chi è alle prime armi e vorrebbe leggere un libro semplice ma coinvolgente in lingua.
Il linguaggio, infatti, è tutt'altro che complesso, e la classificazione di "young adult", effettivamente, comprende già uno stile di scrittura non difficile, e temo che, se si legge in italiano, possa risultare persino un po' troppo adolescenziale (soprattutto se si è abituati a libri di genere completamente diverso).


Quindi, perché non inserirlo nella vostra lista se non lo avete ancora letto, come "lettura utile ed interessante in lingua inglese"?

Post popolari in questo blog

FOLLI FOLLIE #2

Alla fine, il post della settimana scorsa è diventata una rubrica :)
Oggi, per festeggiare un po' il compleanno della nostra Rossella, siamo state in città: lei ha ricevuto 3 libri in regalo, e ne abbiamo comprati altri... Ma non mancano neanche una valanga di ebooks che ci hanno inviato delle case editrici...
Libri cartacei

Il 12 giugno l'autrice, Sara Rattaro, sarà alla Feltrinelli di Verona, per cui ho subito cercato di prenderlo, così potrò avere l'autografo, e magari anche una foto! :)
Di Matteo Meffucci, cantante degli Zero Assoluto è usciro da pochi mesi il suo nuovo libro "La traiettroia casuale dell'amore" e da inguaribile romantica, non h potuto non pendermi già dal titolo e dalla copertina e così...era già tra le mie braccia pronto per andare alla cassa XD 
Uno dei primi libri di Conano Doyle nel nuovissimo formato tascabile Newton.La cosa impressionante di questo libro è...che costa solo 0.99 euro! un affare! per chi vuole conoscere Conan Doyle d…

E Hemingway - Le Nostre Parole

LE NOSTRE PAROLE è il nome che abbiamo dato al nostro blog.
Non è stata una scelta banale, e neanche una decisione spinta dalla disperazione.
L'abbiamo scelto perché con le nostre parole volevamo riempire questo spazio virtuale e scambiare opinioni con le vostre parole.
In realtà, però, non abbiamo mai espresso completamente la nostra opinione di ciò che leggiamo, un po' perché gli argomenti sono vasti e i libri lunghi, e un po' perché non ci abbiamo mai pensato davvero.
Vogliamo cominciare, quindi, con questa rubrica a cadenza indeterminata, in cui commentiamo poesie o citazioni che ci hanno colpito e fatto riflettere.


Un paio di ore fa stavo scuriosando su internet, e, immagino come molti di voi, sono capitata su quest'immagine (la condivido qui sotto). Oltre al fatto che conoscevo questo disegno di Paula Bonet, artista che stimo moltissimo, mi sono soffermata un paio di secondi per la frase.


Sono subito andata a cercare su internet di cosa si trattasse, dal momento …

Rosamunde Pilcher - SOLSTIZIO D'INVERNO

AUTORE: Rosamunde Pilcher TITOLO: Solstizio d'inverno EDITORE: Mondadori PAGINE: 538 nuova edizione 10,50€ VOTO: 7/10 Rosamunde Pilcher nata Scott (Cornovaglia, 1924), ha lavorato al Foreign Office e, durante la guerra, si è arruolata come ausiliaria della Marina Militare, prestando servizio a Ceylon. Tornata in patria, si è trasferita in Scozia, dove tuttora vive. Nel 1946 ha sposato Graham Hope Pilcher, assumendo il nome con cui è conosciuta in tutto il mondo come una delle più amate autrici di storie romantiche. Ha iniziato a scrivere giovanissima, pubblicando nel 1949 i primi racconti, Half-way to the Moon, con lo pseudonimo Jane Fraser e nel 1955 A Secret to Tell, il primo romanzo pubblicato con il suo nome. Del 1987 è il grande successo di I cercatori di conchiglie. Grandi bestseller sono stati anche Settembre (1990), Ritorno a casa (1995) e Solstizio d'inverno (2000), con il quale ha detto addio all'attività letteraria. Dalle sue opere sono stati tratti circa ottanta film…